Relais del Maro

Relais Del Maro Blog

Conio & San Bernardo

Conio

Pugno di case arroccate per un bastione degli ultimi conti Ventimiglia. Un dialogo a distanza tra l’antica chiesa di San Maurizio, con fasi dei secoli XI, XII e XV, nel pianoro sotto l’abitato e il campanile della raccolta parrocchiale barocca dentro il borgo, sotto il titolo della Natività di Maria ed opera di Giacomo Filippo Marvaldi (progetto del 1701). Luogo di fontane e di una piazza ove si giocava alla palla-pugno. Anche luogo di castagneti, di boschi con imponenti roveri, di coltivazioni. Qui cresce il fagiolo di Conio, uno dei tre fagioli bianchi importati in Spagna dall’America, da qualche tempo Presidio Slow Food. In alto c’è il profilo del castello, ricordato nel 1261, che da punto difensivo è divenuto residenza di campagna. Splendido punto panoramico.

San Bernardo di Conio

Passo montano di grande importanza sulle antichissime vie dei pastori, dei mercanti, degli artisti e delle idee. Pascoli e margini di boschi, poche case, l’osteria, la chiesa ricostruita, memoria di quel San Bernardo d’Aosta patrono dei viandanti. Da qui si può andare dovunque, verso il mare, verso il Piemonte, verso le valli vicine, alla ricerca del sole e di panorami sconfinati.

I commenti sono chiusi

BEST RATE GUARANTEED